Seui - La foresta di Montarbu

 - 

Montagna

MONTAGNA

La foresta di Montarbu

Oltre duemila e cinquecento ettari di bosco tra flora terziaria, tacchi e rarissimi cervi. 

SEUI

La foresta di Montarbu

La foresta di Montarbu è una delle più antiche ed estese aree verdi della Sardegna, custode di un patrimonio naturalistico unico e in parte sotto tutela. Fa parte del territorio comunale di Seui e si estende per una superficie complessiva di 2765 ettari. Comprende le cime dei monti di Montarbu e del Tonneri, numerosi calcarei mesozoici, i famosi “tacchi d’Ogliastra”, varie specie arboree e floreali alcune delle quali rarissime, come i boschi di leccio, gli agrifogli, i tigli e gli aceri trilobi appartenenti alla flora terziaria (relitti risalenti a circa 66 milioni di anni) nonché il carpino nero, un tipo di betulla assai rara in Sardegna, ricercata dai giardinieri di tutto il mondo per le sue peculiarità di pianta ornamentale.

SARDEGNA DA CONOSCERE
Tra i boschi di Seui non mancano le specie animali più rare ed endemiche che fanno parte dell’identità faunistica sarda, come il daino (reintrodotto nel 1975), il cervo (reintrodotto nel 1991) e il muflone, ma anche il gatto selvatico e il cinghiale e, meno visibili ma certamente presenti in numero interessante, pure il falco pellegrino, l’astore, lo sparviero e sua maestà l’aquila reale.
L’areale della foresta di Montarbu, include nella sua orografia l’altopiano di Tònneri, posto a 1000 metri di altezza, innevato nei mesi più freddi dell'anno e da cui è possibile ammirare i paesaggi del Sarcidano a Ovest e dell'Ogliastra a Est. La cima più alta nella foresta di Montarbu è quella di Pizzu Margiani Pubusa (1324 m).

Flora:

  • il leccio
  • l’agrifoglio
  • Il tiglio
  • l’acero trilobato
  • l’elicriso
  • il timo
  • il ginepro nano
  • il corbezzolo
  • l’erica
  • il ginepro
  • il lentisco
  • il terebinto

Fauna:

  • il cervo
  • il daino
  • il muflone
  • il cinghiale
  • la volpe
  • il gatto selvatico
  • la martora
  • la donnola
  • l’avvoltoio monaco
  • il grifone
  • il ghiro
  • il falco pellegrino,
  • l’astore,
  • lo sparviero
  • l’aquila reale
 

COME SI RAGGIUNGE 
LA FORESTA DI MONTARBU

Col trenino verde scegliendo la tratta che collega Mandas ad Arbatax

In auto

  • Da Seui, imboccare la Statale 198 che porta a Ussassai e all’altezza della cantoniera Arcuerì, svoltare a sinistra e immettersi sulla strada montana che giunge al lago dell'alto Flumendosa. Dopo 6,5 km svoltare ancora destra e da li accedere alla Foresta Demaniale di Montarbu.
  • La Foresta Demaniale di Montarbu su Google Map

Contatti. Ufficio Ente foreste Montarbu Tel. e fax: 0782/55855.

SERVIZI TURISTICI 
L’accesso alla Foresta di Montarbu è disciplinato da apposito regolamento e sistema di sorveglianza dell’Ente Foreste che, in collaborazione col Comune di Seui, mette a disposizione anche numerosi servizi per il pernottamento, la ristorazione, il campeggio e l’escursionismo. 

OPERATORI 

Società Cooperativa S'Eremigu
tel. e fax 0782/539002cell. 340/3693909
Società Coop. Lugori
tel: 070/7326371cell. 338/4592082 e 370/1042581

© riproduzione riservata
ALTRI REPORTAGE
L'Altopiano di Margine Urzulei
L'Altopiano di Margine
Lago di San Sebastiano Isili
Lago di San Sebastiano
Rio Flumineddu Canyoning
Rio Flumineddu
Sa Serra Orune
Sa Serra
L'Oasi di Assai Neoneli
L'Oasi di Assai
Il castagno Alberi di Sardegna
Il castagno