Dolci sardi - Orullettas ricetta

 - 

Gastronomia

GASTRONOMIA

Orullettas ricetta

Come fare in casa le orullettas, dolce carnevalesco tipico della tradizione culinaria sarda.

DOLCI SARDI

Orullettas ricetta

Il dolce fritto a base di farina, zucchero e uova è una tipicità assoluta della cucina sarda che si prepara e si consuma specialmente durante il carnevale. Le orullettas sono spesso confuse con le più comuni “chiacchiere”, per la somiglianza nella forma e nelle modalità di consumo, ma questo dolce è prodotto e consumato sopratutto in Barbagia, in Ogliastra e nell'alta Baronia: Dorgali, Oliena, Orgosolo, Nuoro, Urzulei, Orune, Bitti.



Alcuni aspetti della lavorazione e la peculiarità degli ingredienti rendono le “orullettas” dolci unici e originali, ma richiedono capacità artigianali e sforzi fisici in fase di realizzazione. 

 

OBIETTIVO

  • 2 chilogrammi di orullettas

TEMPO NECESSARIO

  • mezza giornata (1 persona)

INGREDIENTI

  • 1 kg di Farina 00
  • 1 kg di Semola
  • 7 uova fresche
  •  600 gr di zucchero
  • 400 gr di strutto


LAVORAZIONE 

  1. Distribuire la farina e la semola a fontana su un piano di lavoro (preferibilmente di legno)
  2. Rompere le uova e riversarle sulla farina stessa
  3. Sciogliere lo zucchero in acqua usando un pentolino a fuoco basso
  4. Aggiungere l’acqua e lo zucchero sulla farina, la semola e le uova
  5. Lavorare a mano il composto – acqua, zucchero, uova, farina, semola – per circa 10’ orientando il movimento delle braccia in più direzioni al fine di creare un impasto denso e compatto
  6. Mettere l'impasto in un’impastatrice elettrica (in passato questo passaggio lo si faceva a mano, ma dai più tradizionalisti è ancora praticato) e far lavorare la macchina per 30’
  7. Estrarre l’impasto lavorato dall’impastatrice e depositarlo nuovamente sul piano di lavoro
  8. Con un coltello formare dei piccoli cubetti di impasto da cui si inizierà a lavorarli per la forma definitiva delle orullettas: rullando i cubetti sul piano e facendo pressione controllata con le mani si devono creare sottili filamenti (il cui spessore varia a seconda del gusto estetico del pasticcere e della consistenza del singolo dolce che si vuole ottenere) che saranno alla base della caratteristica forma delle orullettas.
  9. Riempire una padella di olio d’oliva e scaldarlo a fuoco basso fino a ebollizione
  10. Friggere le orullettas per solidificare la pasta e ottenere una gradevole doratura
  11. Al termine della frittura, estrarre le orullettas dalla padella e lasciarle raffreddare in un contenitore di legno spolverandole con dello zucchero a velo o verniciandole con del miele (millefiori il più delicato; castagno il più aromatico; corbezzolo per i più audaci).
  12. Servire











Pierpaolo Spanu
© riproduzione riservata
ALTRI REPORTAGE
Su Pistiddu Dorgali
Su Pistiddu
La primavera apre le porte alla raccolta delle fave Cucina tipica sarda
La primavera apre le porte alla raccolta delle fave
Prosciutto di Talana Talana
Prosciutto di Talana
Pardulas di ricotta Dolci sardi
Pardulas di ricotta
Ravioli fritti di Gadoni Gadoni
Ravioli fritti di Gadoni