Tempio Pausania - Nel ’31 l’inaugurazione, nel ’59 il primo diesel, dal 2015 solo treni turistici

 - 

Storia

STORIA

Nel ’31 l’inaugurazione, nel ’59 il primo diesel, dal 2015 solo treni turistici

La parabola della stazione ferroviaria più importante della Gallura, si conclude con un museo a cielo aperto del vecchio traffico a scartamento ridotto 

TEMPIO PAUSANIA

Nel ’31 l’inaugurazione, nel ’59 il primo diesel, dal 2015 solo treni turistici

La stazione di Tempio Pausania è la stazione ferroviaria dell’antica tratta a scartamento ridotto Sassari-Tempio-Palau, inaugurata nel 1931 e attualmente gestita dall'ARST nell'ambito del servizio Trenino Verde. La stazione di Tempio è oggi uno splendido museo a cielo aperto pieno di reperti storici, artistici e architettonici di notevole interesse culturale.





LA STRUTTURA
Il caseggiato e l’adiacente ferrovia si trovano al centro dell'abitato di Tempio, in una zona verde ancora utilizzata come piazzola di sosta degli autobus di linea.  L'edificio è un prospetto con simmetriche cornici e aperture che danno sulla strada ferrata. In aggiunta fa ancora mostra di se l’antica e bella pensilina in ferro. Si tratta di una struttura che fu creata curando al massimo i dettagli, funzionali non solo alla praticità e alla sicurezza, ma anche alla bellezza. A cominciare dall'uso dei mattoni in contrasto con l'intonaco che si alternano alle parti strutturali in granito; i dipinti delle lunette e delle fasce geometriche; le scritte di servizio e gli arredi ancora parzialmente conservati. La parte decorativa fu opera firmata da Giuseppe Biasi, che tra il settembre e l'ottobre 1931, dette anima e colore a spazi altrimenti dedicati ad un anonimo momento di attesa. I dipinti, alcuni di essi sono stati perduti, quelli che rimangono riportano scene di vita campestre e momenti di vita quotidiana.

LA STORIA
La tratta ferroviaria Sassari – Tempio Pausania – Palau (circa 150 km), venne costruita tra la fine degli anni venti e l'inizio degli anni trenta dalle Ferrovie Settentrionali Sarde, che aveva ottenuto la concessione governativa per ampliare la rete ferroviaria a scartamento ridotto del nord Sardegna. L’opera fu strutturata dall'ingegner Diego Murgia e la stazione di Tempio era il raccordo del primo troncone, quello tra Sassari e Tempio Pausania, per un totale di 91 chilometri inaugurato il 16 novembre 1931. Seguiva il secondo, che comprendeva Luras e si concludeva con Palau, stazioni già incluse nella linea Monti-Tempio delle Ferrovie Complementari della Sardegna. Questa porzione fu inaugurata due mesi dopo, il 18 gennaio 1932, e copriva una distanza complessiva di 48 chilometri.  La stazione di Tempio Pausania nella prima metà del secolo gestiva dunque un traffico ferroviario di tutto rispetto, che comprendeva sia i treni delle Ferrovie Settentrionali Sarde che i treni delle Ferrovie Complementari della Sardegna.

NEL ’59 SI PASSA AL DIESEL, MA PER TEMPIO È L’ULTIMA CORSA
A partire dal  1959 sulla linea ferroviaria di Tempio Pausania le automotrici a vapore fecero pian piano la loro scomparsa e vennero sostituite da quelle a diesel. Il traffico rimase a regime fino agli anni ’90 quando il nuovo capolinea dei treni passeggeri provenienti da Sassari divenne la stazione di Nulvi, mentre dal 2010 la linea passò all'ARST che, il 1º febbraio 2015, anche sul tronco tra Sassari e Nulvi cessò il servizio di trasporto pubblico. Oggi il movimento ferroviario della Stazione di Tempio Pausania è costituito solo da treni turistici.

  • Per informazioni turistiche: ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO TEMPIO PAUSANIA 1, Piazza Gallura - 07029 Tempio Pausania (OT) tel. 079 631273

© riproduzione riservata
ALTRI REPORTAGE
Nuraghe Ardasai Seui
Nuraghe Ardasai
Il Sardinia Project Storia della Sardegna
Il Sardinia Project
Gli Shardana Storia dei sardi
Gli Shardana
Ex Acquedotto di Sassari Sassari
Ex Acquedotto di Sassari
Nuraghe Orgono Ghilarza
Nuraghe Orgono