Mineralogia - L'Oro

I nostri articoli
TROVA IN:      > 

L'Oro

 

L’Oro è un minerale facente parte del gruppo degli Elementi nativi, quell’insieme ristretto di minerali - di cui fanno parte anche l’argento, il rame, il diamante, la grafite e lo zolfo – che hanno la peculiarità della purezza, ovvero in natura si presentano da soli e mai insieme ad altri minerali (composti).

L’oro è un metallo di colore giallo con elevate qualità di malleabilità e duttilità. È pesante, tenero e assai resistente ai composti chimici. Si trova in natura sotto forma di grani e pagliuzze sia nelle rocce che nei fiumi (oro alluvionale).

Gli usi dell’oro da parte dell’uomo sono tanti: come moneta di scambio commerciale, in odontoiatria, in gioielleria nell’industria elettronica.

LEGGI ANCHE: I METALLI 

Usato prima del rame (Calcolitico) per la manifattura di gioielli e ornamenti, l'oro diventa subito protagonista delle principali civiltà del mondo antico: gli Egizi, i Micenei (la Maschera di Agamennone), gli Ebrei (l’Antico Testamento). In seguito durante le prime esplorazioni spagnole e portoghesi in Centro e Sud America, la ricerca dell’oro diventa una delle principali spinte alle colonizzazioni e così avvenne anche in Nord America dove si svolsero verso Ovest le numerose corse all’oro (Colorado e California). Pure la colonizzazione dell’Australia ebbe come elemento di spinta la ricerca dell’oro. 

  • L’oro nativo era geologicamente più abbondante nell’antichità
  • Il 75% dell’oro mondiale è stato estratto dopo il 1910
  • Ad oggi la maggior parte dell’oro è stato estratto

CARATTERISTICHE DELL’ORO

  • L’oro è un metallo di colore giallo
  • L’oro quando è in forma di lega può assumere il colore rosso, violetto o nero
  • L’oro è tra i metalli più comuni quello più duttile, quindi ha un’ottima capacità deformarsi prima di rompersi
  • L’oro reagisce solo con lo ione cianuro e l’acqua regia. Non si altera con gli agenti atmosferici e col calore
  • L’oro allo stato nativo si trova spesso legato all’argento (8-10%) 
  • L’oro è un ottimo conduttore di elettricità. Per questo motivo, anche grazie alla sua malleabilità, viene impiegato per la realizzazione di circuiti elettrici di piccole dimensioni.

DISTRIBUZIONE DELL’ORO NEL MONDO

  • L’oro si trova in grossi agglomerati (pepite), granelli o pagliuzze.
  • L’oro è distribuito su tutta la crosta terrestre
  • L’oro è presente in quantità minime e in forma dispersa anche nell’acqua marina

AREE GEOGRAFICHE DI MAGGIORE ESTRAZIONE DELL’ORO
Dalla fine del ‘800 il Sudafrica è stata una delle regioni al mondo dove sono state estratte le maggiori quantità d’oro. La capitale Johannesburg è costruita in cima a uno dei più grandi giacimenti d’oro del mondo.

Dal 2007 la Cina è il maggior produttore al mondo di oro (260 tonnellate nel 2008)

In Italia la maggior quantità d’oro si trova nelle viscere del Monte Rosa. Questi giacimenti tuttavia non sono mai stati aperti per i rischi di gravi conseguenze ambientali e paesaggistiche

In Sardegna, a Furtei, c’è stato l’ultimo giacimento di oro in Italia (2008).

  • LEGGI: LA MINIERA D'ORO DI FURTEI

Dal 1998 l’Italia è il maggior trasformatore di oro al mondo: nel Bel Paese vengono lavorate circa 500 tonnellate d’oro all’anno.

Autore dell'articolo: Pierpaolo Spanu

aziende
Insiemistica & Logica proposizionale

Insiemistica & Logica proposizionale

La logica classica

Logica

La logica classica

La logica

Logica

La logica

Gli angoli

Gli angoli

Il periodo

Sintassi

Il periodo

Costruzioni fondamentali

Geometria piana

Costruzioni fondamentali

Test - Il cerchio e la circonferenza

Geometria piana

Test - Il cerchio e la circonferenza

Concavo e convesso

Cultura generale

Concavo e convesso