- Storia dell'acqua minerale in bottiglia

I nostri articoli
TROVA IN:      > 

Storia dell'acqua minerale in bottiglia

 

L’imbottigliamento dell’acqua per scopi commerciali inizia in età moderna, grazie alle prime farmacie. Nell’antichità Egiziani, Greci, Etruschi e Romani facevano uso dell’acqua per scopi salutistici approvvigionandosi dai centri termali dei loro  territori ma solo al 1583 risale la prima acqua in bottiglia: dalle sorgenti di Spa (Ardenne/ Belgio) Enrico II di Francia ottenne il diritto esclusivo di importare quell’acqua per farne consumo personale.  Seguì nel 1605 Enrico IV di Francia che regolamentò con apposito editto lo sfruttamento delle risorse idriche del sottosuolo e di superficie per scopi agricoli e di consumo personale per scopi alimentari e salutistici. Nel 1709, sempre in Francia, si regolarizzò il monopolio della vendita e del trasporto di acque minerali a personale di corte specificamente addetto. Nel frattempo le botteghe speziali che furono le antesignane delle  farmacie moderne diventarono luoghi di imbottigliamento. I droghieri ben presto si trasformarono in abili commercianti in grado di conquistare la fiducia delle persone comuni grazie anche alla diffusione delle prime nozioni chimico-fisiche del prezioso liquido impreziosendo le informazioni con l’elencazione di eventuali proprietà terapeutiche. 

IL SERVIZIO DI IMBOTTIGLIAMENTO
L’’imbottigliamento nasce dunque per soddisfare l’esigenza di comodità delle persone più ricche, le quali, non avendo voglia di recarsi alle terme per “gustare” la loro acqua preferita chiedono di poterla avere comodamente a casa direttamente imbottigliata.
Ai primi del ‘900 iniziano così i primi tentativi di imbottigliamento delle acque. Tentativi non sempre riuscirono visto che alcune acque mal si prestavano all’imbottigliamento perché durante il trasporto perdevano le loro caratteristiche curative.

SAN PELLEGRINO LA PRIMA BOTTIGLIA INDUSTRIALE
L’industria dell’imbottigliamento ha un primo inizio nei territori a maggior vocazione termale, tra cui, in Europa, l’Italia, il Belgio, la Francia e la Germania, mentre, nell’ America del Nord ad avviare le prime forme di sfruttamento protoindustriale furono gli stati del Texas e di New York. In Italia, nel 1899, inizia l’imbottigliamento dell’acqua San Pellegrino.

LA CARAFFA REGINA DELLA TAVOLA ITALIANA 
Per tutta la prima metà del ‘900 in Italia, tuttavia, il consumo dell’acqua minerale in bottiglia rimase un comportamento alimentare riservato a pochi, ovvero a coloro che si recavano in farmacia a comperarla per scopi salutistici (digestivi in particolare). Nei locali pubblici, bar e ristoranti, l’acqua servita ai tavoli arriverà massicciamente solo negli anni ’70 del '900. Fino ad allora rimase regina la in “anonima” caraffa tagliata direttamente dalle fontane del paese o della città o, tutt’al più, dal rubinetto locale.  

IL BOOM ECONOMICO, LA PLASTICA E LA NASCITA DEL CONSUMISMO
Il salto di qualità nella diffusione dell’acqua minerale in bottiglia arrivò dunque quando vennero introdotte nel mercato le prime bottiglie in plastica. L’uso di questo materiale infatti ottimizzò al massimo il confezionamento e il trasporto ma, soprattutto, il costo per le aziende che si occupano questo mercato. A questa innovazione tecnica e tecnologia, si affiancò una massiccia campagna pubblicitaria che diventò sempre più convincente grazie alla ridondanza dei messaggi in ogni mezzo di comunicazione (televisione e giornali in particolare) che decantò le proprietà curative e salutistiche di questa o quell’acqua minerale in bottiglia. Un'opera di convincimento i cui successi si sono visti trent'anni dopo quando gli italiani sono diventati i più grandi consumatori in Europa (primi, dati GMD'A 2012) e i terzi nel mondo (GMD'A 2012) di acqua in bottiglia. Nel frattempo, negli anni '80, le industrie di imbottigliamento cominciarono a individuare ulteriori target attraverso la immissione nel mercato di bottiglie di diverso formato così che, accanto al consumo di acqua in bottiglia a casa, si arrivò ben presto alla pratica (e inquinantissima) bottiglietta da asporto utile per ogni esigenza.

Autore dell'articolo: Pierpaolo Spanu

aziende
Hotel Smeraldo. La giunta Fancello, in quattro anni, non ha ancora deciso cosa farne

Cala Gonone

Hotel Smeraldo. La giunta Fancello, in quattro anni, non ha ancora deciso cosa farne

Dorgalese 2020-21

Dorgali

Dorgalese 2020-21

L'apparato digerente

L'apparato digerente

Differenza tra Sistema e Apparato

Differenza tra Sistema e Apparato

Il gatto scambiato per foca monaca

Il gatto scambiato per foca monaca

Geometria 1 - Solidi, superfici, linee e punti

Geometria 1 - Solidi, superfici, linee e punti

Travaglio bullizza Prodi e si allinea al peggior giornalismo feltriano

Travaglio bullizza Prodi e si allinea al peggior giornalismo feltriano

I reni

I reni