Montagna
Seui
La foresta di Montarbu

Oltre duemila e cinquecento ettari di bosco tra flora terziaria, tacchi e rarissimi cervi. 

Alberi di Sardegna
Il castagno

L'albero da frutto e da legname importato dal Mar Nero è un elemento chiave del paesaggio montano sardo. Le piante non sempre vivono in buone condizioni perché la richiesta del mercato di castagne, marroni e legna è ancora una nicchia che non riattiva la coltivazione.

Insetti di Sardegna
Ameles Africana

La mantide religiosa importata in Europa coi traffici di piante del medioevo, è oggi una protagonista delle calde estati di campagna.

Villagrande Strisaili
Bau Muggeris

Il bacino artificiale dove si pescano le trote migliori della Sardegna e nel '49 fu installata una centrale elettrica che produceva  1/3 dell'energia dell'intera Penisola. 

Piante della Sardegna
Euforbia arborea

Una costante del paesaggio sardo, solo nell'isola è in grado di raggiungere l'aspetto di piccolo albero. Usata in passato come micidiale arma da pesca, tra gennaio e aprile raggiunge il massimo del suo splendore. 

Arzana
Stazione Ferroviaria di Arzana

Per realizzarla, da Caltanissetta giunsero i capimastro che impartirono ai pastori ogliastrini lezioni di tecnica delle costruzioni ferroviarie. Obiettivo: dar sfogo all'industria del legname che a fine '800 vedeva la Sardegna uno dei principali giacimenti nazionali. Oggi la tratta è visitabile col Trenino Verde.

Osini
Osini Vecchia

Il paese fantasma fu abbandonato in seguito all'alluvione del '51 che distrusse campi, raccolti e costrinse gli abitanti ad andare via. Stessa sorte per la prospiciente Gairo.

Bonarcado
Sos Molinos: S’Istrampu de Sos Molinos.

Le cascate di Bonarcado a Sos Molinos, trenta metri in cinque salti in una pittoresca raccolta, tra querce secolari, margherite, ciclamini e orchidee.

Neoneli
Nel cuore del Barigadu 900 ettari di lecceti e sughere, tra daini e cervi sardi

L'Oasi di Assai è una terrazza sul lago Omodeo e la piana di Ottana. Custodisce un patrimonio naturale di inestimabile valore che si somma alla vicina carboniera, al pinnetto pastorale e all'attrezzato Museo dell'Ente Foreste. Tutto da vedere

Seui
Su Stampu

Uno spettacolare inghiottitoio profondo quasi cinquanta metri si apre improvvisamente sul terreno. Il monumento è il risultato di una lunghissima attività chimica esercitata dall'acqua sulle rocce calcaree. Raggiungerlo è facile.  

Territori
Il Goceano

Ottocento quaranta chilometri quadrati tra boschi secolari con specie rare da primato mondiale, oltre 400 siti archeologici e antichissimi centri termali. In mezzo, il fiume più lungo della Sardegna: sua maestà il Tirso

Austis
Sa Crabarissa

Il sentiero che porta al blocco granitico di oltre 50 metri che si erge, solo, imponente, tra un groviglio fitto e impenetrabile di arbusti, racconta di una leggendaria storia d'amore finita tragicamente

Oliena
Su Gologone

La più importante sorgente carsica d’Italia con la sua portata massima pari a 8 mila litri al secondo.

Canyoning
Rio Flumineddu

Torrentismo per tutti (o quasi). Cinquanta metri di salti, dalla foresta di Montes (Orgosolo) al ponte de S’Abba Arva (Dorgali), in mezzo profonde piscine naturali, cascate,  scivoli e la maestosa Gola di Gorroppu.

ALTRI REPORTAGE
Argentiera Sassari
Argentiera
Punta Molentis Villasimius
Punta Molentis
Porto Conte Alghero
Porto Conte
Capo Ferrato Costa Rei
Capo Ferrato
Nuraghe Ardasai Seui
Nuraghe Ardasai
Orullettas ricetta Dolci sardi
Orullettas ricetta